Thin(k) Freedom

Viaggi di vita

Posted in On the Road by Ronin on 28 gennaio 2009

Courmayeur, luglio 2004

Primi mesi del 2004.

Io e Simo siamo due liceali quasi 17enni, le cui preoccupazioni si concentrano essenzialmente nel trovare i numeri mancanti di Spawn e nel pitturare più miniature possibile del Signore degli Anelli.

Ma i nostri giovani corpi scalpitano, chiedono di montagne e avventure.

Si comincia così a formare l’idea di un trekking nel massiccio del Monte Bianco, che ospita uno dei percorsi più famosi d’europa.

(more…)

L’inadeguatezza delle parole

Posted in Dategli brioches by Ronin on 20 gennaio 2009

All this we can do, all this we will do



Io ho sempre creduto nel valore delle parole.

Credo nella necessità del linguaggio come mezzo per avvicinare gli uomini, per appianarne i contrasti e fortificarne gli affetti.

Le parole incanalano i pensieri, come una gola rocciosa che accompagna dolcemente un fiume a valle.

Le parole infondono coraggio, spezzano cuori, provocano risate.

Riescono ad esprimere le immagini più volgari e ad acquisire la musicalità del più lieve dei canti.

Alcune smuovono popoli, mentre moltissime altre vengono dimenticate dopo pochi secondi.

Ed è in casi come questi che rifletto sul significato delle parole.

(more…)

La nascita della tragedia – F. Nietzsche

Posted in Personal miscellaneous by Ronin on 16 gennaio 2009


Nella “Nascita della tragedia” assume un’importanza fondamentale la distinzione fra i due impulsi primari dell’arte, che vennero espressi in modo mirabile dagli antichi greci: lo spirito dionisiaco e lo spirito apollineo.

Il primo rappresenta lo slancio vitale e l’impulso creatore proprio dell’uomo, mentre il secondo è finalizzato a canalizzare questa energia tramite la forma. Il Dio dell’ebbrezza conduce il soggetto alla perdita dell’individualità, tramite un’identificazione totale con la natura. In questo modo l’uomo squarcia una sorta di “velo”, diventando consapevole dell’insensatezza di fondo dell’esistenza e abbandonandosi al piacere, seguendo il flusso della vita senza ricercarvi valori intrinseci.

A questo impulso di perdizione si contrappone lo spirito apollineo, che riesce a modellare l’autodistruttività propria del dionisiaco, inquadrandola tramite i linguaggi dell’arte, della musica e del teatro. Si può dire che l’apollineo sta al dionisiaco come la forma al caos, la ragione all’istinto. L’apollineo diventa quindi il modo per rendere “accettabile” il caos della vita.

(more…)

Crêuza de mä

Posted in Personal miscellaneous by Ronin on 11 gennaio 2009

Non può non venire voglia di percorrerla, una strada così.

Sembra che chiami i piedi a calpestare i suoi ciottoli.

Un invito a muoversi, meno stereotipato delle infinite highway di “On the road”.

E infatti il termine crêuza non indica solo questi sentieri ripidi e scivolosi, che tagliano come lame le colline genovesi fino al mare.

Significa, più in generale, percorso, viaggio.

Viaggi come quelli dei marinai liguri, legati indissolubilmente alle acque dolci e immense.

U ma u fa e crêuze, il mare fa le strade.

(more…)

… and future secrets

Posted in Personal miscellaneous by Ronin on 2 gennaio 2009

mist

Voglio scegliere cosa fare dopo la laurea

voglio riuscire a prenderla, la laurea

voglio migliorare le lingue, almeno una

voglio fare almeno un lavoro con il cuoio, ma uno complesso

voglio leggere più libri

e guardare più film

ma leggere meno fumetti

e perdere meno tempo al computer

voglio continuare il racconto del pistolero

e provare a scrivere qualche altro testo in versi

voglio mangiare di più

e dormire meno, molto meno

(more…)