Thin(k) Freedom

Sandman: Il Gioco della Vita – N. Gaiman

Posted in Personal miscellaneous by Ronin on 20 febbraio 2009

La protagonista si chiama Barbie, come la bambola che amano tutte le bambine.

Barbie non è una persona speciale, non ha nemmeno avuto una vita particolarmente interessante o sconvolgente: nessun trauma infantile, violenze o manifestazioni di strani poteri. Barbie ha sempre avuto solo una “fervida immaginazione”.

(more…)

Vento in faccia

Posted in Personal miscellaneous by Ronin on 15 febbraio 2009

Ho un rapporto di amore e di odio con lo sci.

Lo amo per l’impagabile sensazione della discesa, il suono delle lamine sulla neve, il ritmico ondeggiare del corpo nelle curve, il movimento equilibristico delle racchette.
Amo anche gli sci che grattano sui muri ghiacciati, il masochistico stringere degli scarponi, l’acido lattico che brucia polpacci e adduttori, il vento gelido sulla faccia.

Ma odio l’impiantistica e tutto il background che sta dietro agli impianti sciistici.
Odio il rumore delle seggiovie, la massa di persone che spinge con sci e tavole alle mano, il badge elettronico da strusciare sulla colonnina dei tornelli, i ristoranti al limite del furto, i montanari della domenica che prendono il sole sulle sdraio, l’insopportabile musica sparata a palla nei bar alla fine delle piste.

Tutto questo non può non farmi pensare allo sci come allo sport di montagna più manomesso e prostituito. Arrampicando su un parete o salendo un cima con ramponi e picozza non si ha la sgradevole sensazione di contaminazione che pervade le piste da sci.
La maggior parte degli sport di montagna sono “intonsi” per il fatto stesso di essere, per così dire, elitari e impegnativi.

Le moderne tecnologie hanno fatto perdere allo sci la scrematura che la fatica e la competenza degli sport d’alta quota necessariamente comportano.
Il lato positivo è che molta più gente può godere di una disciplina divertente e salutare.
Il lato negativo sono tutti gli stupri fisici e psicologici di cui sopra.

Forse ne vale la pena, forse no.
Di mio, desidero sempre di più avvicinarmi allo scialpinismo, la forma di sci più pura e originaria, che a fronte di una maggiore dose di sudore e pericolo permette di dimenticare tutto ciò che ha reso i fianchi delle montagne delle enormi macchine da profitto.

Questo lo scrivevo quasi esattamente un anno fa, di ritorno da una bella settimana bianca con gli amici.

(more…)

Un lumino acceso all’ombra della sera

Posted in Dategli brioches by Ronin on 9 febbraio 2009

lumino

Il disgusto per ciò che è accaduto in questi giorni è fortissimo.
Nemmeno con tutte le nefandezze scaricate addosso negli anni a questo paese decadente si potevano provare sensazioni simili.

Pochi giorni di follia sono bastati, per svilire una vicenda profondamente tragica e trasformarla nel pretesto per portare oltre il baratro il delirio d’onnipotenza di chi di potere ne ha già troppo.

(more…)