Thin(k) Freedom

Turisti

Posted in Personal miscellaneous by Ronin on 27 aprile 2009

Quattro uomini sulla Senna


Quando i turisti si mettono in posa per le foto si apre un mondo di incredibile varietà e bellezza.





Soggetto 1 (a destra): IL RILUTTANTE
Un classico. Odia le foto in posa perché sa che qualunque espressione tenti di assumere avrà effetti imbarazzanti o nel migliore dei casi fonte di grande ilarità.
Mentre il fotografo imposta la macchina e inquadra, il soggetto cambia 10-15 espressioni facciali, passando dal sorriso ebete alla linguaccia, dalla smorfia pseudo-sbarazzina allo sguardo da bel tenebroso.
Viene colto dallo scatto in un momento di passaggio da un tentativo all’altro, in un’espressione facciale neutra da bohémien edonista e annoiato. Dagli occhi traspare un certo sconforto per la situazione frustrante.


Soggetto 2 (al centro): IL RASSEGNATO
Non ama le foto in generale, ma ha un animo solare e accomodante e accetta quindi di buon grado di sottoporsi a queste istantanee di ricordo, se non altro per la soddisfazione del fotografo.
Opta per un sorriso accennato e una posa mollemente contadina, condendo il tutto con un’espressione da anziano che osserva i lavori nei cantieri (notare il giornale sottobraccio).


Soggetto 3 (a sinistra): IL BRILLANTE
Ha un’alta opinione di se stesso, non si preoccupa della propria mimica ed è felice e divertito dalle immense possibilità offerte da questo momento topico della vacanza.
Decide così di tentare lo sguardo simpatico e goliardico, nel tentativo di trasmettere agli amici da casa tutto il divertimento della situazione, nonostante lo veda solo lui. Il pollice alzato rafforza ancora di più l’immagine d’insieme da testimonial della Pantene.
L’effetto finale è quello del tasso impagliato con paresi (cit. ratmaniana d’obbligo).





Da lontano i gargoyle di Notre-Dame scuotono la testa depressi.






[In ricordo di un bel viaggio, per un vecchio sciacallo che oggi compie gli anni…]

Tagged with: , , , ,

Sopra di noi solo il cielo

Posted in Personal miscellaneous by Ronin on 19 aprile 2009

Nuvole e pallavolo

Veniamo accolti dalla squadra in partenza, che ci fa conoscere i primi bambini.
Ce n’è uno che ci corre incontro, con una specie di marsupio che ballonzola sulla spalla e una lattina di thè freddo che sparge ovunque il proprio contenuto.

Cerco di dimostrare subito le nostre buone intenzioni: “Ciao, io sono Jacopo, tu come ti chiami?”

Il bambino ci guarda serio un secondo: “Mi chiamo Sabah. E fanculo ‘ai scauti”, dice accompagnando l’accoglienza con il dito medio alzato, prima di correre via.

(more…)

La Speranza degli afflitti

Posted in Personal miscellaneous by Ronin on 10 aprile 2009

Non pensavo che una casa di riposo potesse mettere tanta angoscia.
E’ un luogo grigio e triste, certo, che sembra creato apposta per insinuare tristezza nei cuori di chi si trova lì, per necessità, per lavoro o per semplice visita.
Mi sono sempre sentito un po’ immune da queste cose, padrone di una flemma e serenità interiore che tengono lontani questi turbamenti.

Oggi è stato in qualche modo differente.

(more…)