Thin(k) Freedom

Piccole verità su tasse e spesa pubblica

Posted in Dategli brioches by Ronin on 30 maggio 2012

Pur nelle sue luci e ombre, la tanto bistrattata Lady di Ferro aveva delle idee molto chiare sulla società e sul ruolo dello Stato. Era certamente figlia di una mentalità molto lontana dalla nostra cultura mediterranea, ma alcune sue parole possono insegnarci ancora qualcosa:

“One of the great debates of our time is about how much of your money should be spent by the State, and how much you should keep to spend on your family. Let us never forget this fundamental truth: the State has no source of money other than the money people earn themselves. If the State wishes to spend more it can do so only by bothering your savings or by taxing you more. And it’s no good thinking that someone else will pay, that’s someone else is you. There is no such thing as public money, there is only tax-payers’ money.

(more…)

Generatore automatico di cazzate giornalistiche

Posted in Dategli brioches by Ronin on 28 maggio 2012

Praticamente tutti i giornali ieri titolavano a caratteri cubitali le sconvolgenti parole del ministro Giarda riguardo ai tagli della spesa pubblica. Secondo i quotidiani, il ministro e il commissario straordinario Bondi stavano pensando a 100 miliardi di tagli nel breve periodo, che sarebbero potuti salire a 300 nel medio.

(more…)

10 cose buone

Posted in Dategli brioches by Ronin on 26 maggio 2012

L’estratto dal nuovo libro di Pippo Civati mi ha messo di buonumore. Il libro è in vendita nelle librerie dal primo giugno ed è già disponibile come e-book a un prezzo stracciato (ragione in più per comprarlo).

Mi ha messo di buonumore, dicevo, perché intravedo un bel modo di fare politica, un modo pulito e appassionato, con una visione del futuro ma abbastanza pragmatico da capire quali sono i mezzi migliori per raggiungere gli obiettivi.

(more…)

Quando la crisi stimola la fantasia

Posted in Dategli brioches by Ronin on 24 maggio 2012

Le copertine dei nuovi numeri dell’Economist e di Businessweek. Non penso ci sia bisogno di spiegare il tema centrale.

E qui tutte le copertine dell’Economist dedicate alla crisi europea. Una più bella dell’altra.

Consigli di lettura: IL mensile del Sole 24 Ore

Posted in Dategli brioches by Ronin on 23 maggio 2012

Non è una rivista molto conosciuta rispetto ad altre concorrenti ma la trovo una delle letture migliori del mio pur ampio parco d’informazione. Intelligente, mai scontata, curata nei minimi dettagli.

(more…)

Perché il crollo di Facebook in Borsa è salutare

Posted in Dategli brioches by Ronin on 22 maggio 2012

E’ spiegato bene in questo articolo del Sole.

L’IPO record da 100 miliardi di dollari era già stata messa in dubbio in tempi non sospetti da molti analisti finanziari, per la paura che la la valutazione fosse dettata da un delirio collettivo nei confronti dei social network più che dall’effettiva capacità di Facebook & friends di creare profitti.

(more…)

Pensieri a caldo

Posted in Dategli brioches by Ronin on 21 maggio 2012

1. Non c’è niente di peggio di chi pensa agli elettori come a degli idioti/ignoranti. In un paese democratico vince chi riceve più voti dagli elettori, frega niente se sono laureati o con la terza media, di destra o di sinistra, onesti o disonesti. Chi riesce a convincere il numero più alto di persone a mettere la croce sul proprio nome governerà per gli anni successivi, questa è la realtà e il radicalchicchismo non serve a cambiarla.

(more…)

Come far durare un governo più di un anno

Posted in Dategli brioches by Ronin on 19 maggio 2012

Il fatto che la durata media dei governi nel periodo repubblicano (1946-oggi) sia di 358 giorni, quindi meno di un anno, e che nessun (ripeto, NESSUN) governo sia mai riuscito a completare i 5 anni previsti dalla legislatura, fa un po’ ridere e un po’ piangere.

Le conseguenze di questo fenomeno sono instabilità, short-terminism dell’azione politica, partitocrazia e scarsa qualità dell’azione governativa. Queste cose sono note e studiate da anni da economisti e political scientists, ma in parlamento non hanno mai ritenuto di procedere per risolverle.

Sempre per il fatto che il problema è ben noto, anche le soluzioni lo sono: detto brutalmente, qualunque analisi empirica suggerisce che un sistema maggioritario contribuisce a migliorare la stabilità dei governi e in generale l’azione politica, mentre un sistema proporzionale migliora il “quadro” della rappresentanza ma influisce negativamente sulla durata dei governi e sulla forza dell’esecutivo.

(more…)

Dritto negli occhi

Posted in Personal miscellaneous by Ronin on 19 maggio 2012

Immagine realizzata dagli studenti della scuola Morvillo-Falcone di Brindisi, per il concorso giornalistico “La legalità nel quotidiano”.

La parola “fine” sulla patrimoniale

Posted in Dategli brioches by Ronin on 17 maggio 2012

Su Noise from Amerika (sito da tenere sempre d’occhio), Sandro Brusco fa un’analisi molto dettagliata sulla questione della patrimoniale, proposta sia da Bersani che dalla corrente Prossima Italia del PD come strumento per far gravare l’aggiustamento dei conti sulle spalle di chi può permetterselo con meno dolori.

Della patrimoniale ho già parlato, cercando di spiegare perché l’IMU è a tutti gli effetti una patrimoniale, in quanto colpisce il patrimonio immobiliare. Ma ovviamente tutti pensano che “i ricchi siano altri”, e quindi si chiede una patrimoniale “vera” che colpisca i super-ricchi.

(more…)