Thin(k) Freedom

Consigli di lettura: IL mensile del Sole 24 Ore

Posted in Dategli brioches by Ronin on 23 maggio 2012

Non è una rivista molto conosciuta rispetto ad altre concorrenti ma la trovo una delle letture migliori del mio pur ampio parco d’informazione. Intelligente, mai scontata, curata nei minimi dettagli.

Tutto ancora più vero soprattutto da quando pochi mesi fa è stata data in mano a Christian Rocca, giornalista eccezionale che appena diventato direttore ha reso il mensile ancora migliore di quanto già era.

Essendo parte del Gruppo 24 Ore IL tratta molto di economia e politica, ma è ricca anche di temi non convenzionali rispetto al format tipico del quotidiano di via Monte Rosa. E un aspetto non secondario è la qualità grafica della rivista, assolutamente sopra la media come creatività e cura. Non per niente è stato pure premiato a New York agli “Oscar del Design” di Spd, insieme a Businessweek.

Essendo un magazine prettamente cartaceo, che si apprezza al meglio tenendolo in mano, non si trova online se non nella forma di alcuni articoli proposti sul sito del Sole per presentare i contenuti e invogliare all’acquisto.

L‘ultimo numero è particolarmente valido grazie agli articoli proposti:

– “A sangue caldo” di Roberto Saviano, reportage sulla mafia latinoamericana corredato da splendide foto.

– “La Costituzione più bella del mondo“, in cui Christian Rocca spiega perché la nostra Costituzione NON è la più bella del mondo, e con Stefano Folli che racconta come mai è sempre stato così difficile riformarla.

– “Capitalismo per il popolo” di Luigi Zingales (purtroppo non disponibile online), estratto in anteprima dal libro che l’economista di Chicago pubblicherà in autunno, dove spiega perché quando è ben strutturata l’economia di mercato è un sistema a tutto vantaggio dei cittadini.

– “I soldi sono poesia” di Giampiero Mughini, provocatoria difesa del vil denaro e dell’utilità che ha nella nostra vita.

– Altri articoli sparsi di Alberto Mingardi sulle privatizzazioni, Francesco Costa  sulle proteste di piazza, Nathania Zevi sul crowd mapping delle rivolte arabe, un’infografica del Post sui 60 anni di regno della regina Elisabetta, e ancora Christian Rocca sui “mega-cambiamenti” del mondo da qui al 2050, che forse saranno meno catastrofici di quanto pensiamo.

E altrettanto valido era il numero di marzo, dedicato alla carta stampata e al ruolo che ancora ha (e avrà) nel mondo.

Insomma, tantissimi spunti di riflessione e idee ben scritte, spesso controcorrente, in un contenitore che è un piacere per gli occhi. Ovviamente, ma penso si sia già capito, di stampo liberale. Niente a che vedere con Repubblica et similia, nel bene e nel male. Però un punto di vista diverso rispetto ai contenuti tipici del Gruppo Espresso o del Fatto Quotidiano. E cambiare ogni tanto visuale non fa mai male.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: