Thin(k) Freedom

Much better

Posted in Personal miscellaneous by Ronin on 31 dicembre 2015

lead_960

Per concludere questo 2015 consiglio la lettura di questo articolo dell’Atlantic, qui tradotto per Internazionale, in cui si parla di come l’anno appena passato sia stato il migliore della Storia. Impegnativo, ma vero, se si guardano i dati. Ed è una cosa importante da sapere, visto che tendenzialmente tendiamo a pensare l’opposto, cioè che il mondo stia andando placidamente in vacca.

So che il rischio è di essere tacciati di attaccamento allo status quo, di  adagiamento sull’idea di essere nel “migliore dei mondi possibili”, e quindi bona lì, non lamentatevi e smettetela di cercare di cambiare le cose.

Invece penso che sia esattamente l’opposto: se non si prende atto dei progressi che ogni giorno, mese e anno vengono fatti in giro per il pianeta, si finisce per credere che tutto non possa che peggiorare, che il mondo sia in una fase di deterioramento inarrestabile. Da questi punti di partenza poi si arriva al “gentismo” e al “tutto è merda”, perdendo ogni spinta a intervenire sulla realtà. I risultati vanno riconosciuti per trovare la forza di lottare per quelli futuri.

La realtà è che nel 2015 l’essere umano medio sta meglio dell’essere umano del 1965, e meglio dell’essere umano del 1915. E così a ritroso fino all’inizio dei tempi.

Una percentuale più alta di persone riesce a mangiare, meno bambini muoiono nei primi anni di vita, meno persone muoiono di morte violenta, più persone vivono oltre i 60 anni, le malattie vengono curate meglio, c’è più informazione, democrazia, tolleranza, scelta, possibilità, scambi, consapevolezza. Basterebbe il secondo bullet di questa pagina a stoppare ogni discussione in merito.

Ci sono ancora un sacco di difficoltà: terrorismo (più per la percezione che per l’effettivo pericolo), riscaldamento globale, milioni e milioni di poveri, masse di profughi in fuga, instabilità geopolitica, crisi occupazionale. E saranno i temi centrali di tutto questo secolo, così come nel 1800 ce n’erano alcuni e nel 1900 altri (peraltro con molta meno consapevolezza, coordinamento e tecnologia di quanto siamo in grado di fare oggi).

Quello che a volte si tende a dimenticare è l’asticella: una parte non indifferente delle percezioni negative della realtà che ci circonda deriva dal fatto che, negli ultimi secoli della storia umana, l’asticella delle aspettative si è sempre alzata. Il continuo miglioramento delle condizioni di vita ha permesso di dare per scontate una serie di cose che per i nostri nonni e bisnonni non le erano per niente e a desiderarne molte altre di nuove. Questo “eterno scontento” è una cosa fantastica, in realtà, perché è quello che attiva la creatività, l’ambizione e, in ultima analisi, l’evoluzione del genere umano. Se non viviamo più nelle caverne come cacciatori/raccoglitori è perché i nostri antenati hanno continuamente cercato soluzione innovative per rendere la propria vita migliore.

Questo processo è tutt’ora in corso, pur con tutte le sue contraddizioni e le battute d’arresto. Ma per dare un senso al proprio impegno quotidiano è importante sapere che “things are gonna get better”, altrimenti ci si avvita in un nichilismo arido e improduttivo.

Come diceva Jenny Sparks, “it’s a strange world, let’s keep it that way”.

Buon 2016 a tutti.

Una Risposta

Subscribe to comments with RSS.

  1. lbattisti80 said, on 31 dicembre 2015 at 16:02

    Senza dimenticare che se c’è meno fame nel mondo rispetto al 1965 è perché la Cina h fatto uscire oltre 1 Miliardo di persone dalla povertà.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: