Thin(k) Freedom

Dopo più di 5 anni…

Posted in Personal miscellaneous by Ronin on 10 gennaio 2014

SAMSUNG

… da domani il blog non sarà più raggiungibile all’indirizzo “lavelocitadelsogno.net”.

La faccio breve: è una cosa che avrei dovuto fare da tempo. Come dissi già in occasione del restyiling grafico del blog, le convinzioni filosofiche che mi avevano spinto a scegliere quel nome erano venute meno. Al tempo optai per tenerlo, ma sbagliavo. Sono cambiato molto dal 2008, e ormai chiamare il blog con il titolo di un racconto del Subcomandate Marcos non ha più senso. Non ha senso per me, che non mi ritrovo nei miei pensieri dei 20 anni, e non ha senso per Marcos, personaggio per il quale nutro sempre un certo rispetto (nonostante mi pare sia praticamente scomparso dalla scena mediatica) e che non merita di venire linguisticamente razziato da chi discetta (male) di libero mercato e politica italiana.

Ho approfittato della scadenza del dominio per non rinnovarlo, e per sostituirlo con un altro. Può darsi che a molti non piacerà, ma nella sua banalità “jacopovolta.net” mi assicura di essere un riferimento che non passerà, visto che difficilmente ci si stufa o si cambia idea sul proprio nome. Sarà un indirizzo sempre efficace, pratico, facilmente memorizzabile e adatto per qualunque piega prenderà in futuro questa creatura.

Inoltre, ci tengo a sottolineare un aspetto, di nerdica lana caprina: “jacopovolta.net” è l’indirizzo del blog, non il titolo. Il titolo è “Thin(k) Freedom”, espressione della quale sono, forse immotivatamente, orgoglioso, perché rappresenta davvero lo spirito al quale cerco di uniformare la mia vita, nella ricerca della realizzazione personale, nel dibattito economico-politico e anche nella mia passione per la montagna (un’altra cosa che prima o poi mi piacerebbe condividere su queste pagine).

Ciò non toglie che prima o poi potrei cambiare il titolo, e se sarà il caso ben venga. Ma l’indirizzo, a meno di stravolgimenti, penso che resterà questo finché il blog avrà vita.

—————————————-

Un inciso: rileggendo quel post celebrativo del 2012 mi imbarazza pensare a tutti i propositi fatti in merito al futuro del blog, e solo in minima parte rispettati.

Per il primo mese e mezzo ho aggiornato il blog quasi ogni 3 giorni, spinto anche dalla parallela esperienza su Linkiesta (anch’essa conclusa per mancanza di tempo), ma poi l’inizio della mia vita lavorativa, con i suoi orari da pendolare, ha drammaticamente raffreddato i miei entusiasmi. Vi assicuro che scrivere dei post di economia dal treno regionale Parma-Bologna non è semplice, anche con la giusta motivazione.

Visti gli scarsi risultati che i buoni propositi hanno portato, per il futuro penso, semplicemente, di non fare propositi. Questo blog continuerà a esistere, continuerò a raccontare l’evoluzione dei lavori alla casa e ad esprimere sporadicamente la mia opinione su temi di attualità ed economia (e l’idea dei post sulle fallacie è ancora in cantiere, se la sta semplicemente prendendo mooooolto calma..), e chissà cos’altro.

Ma questa volta evito di avventurarmi in progetti e promesse che non so se potrò, e se vorrò, rispettare. E lo faccio anche per non togliere la spontaneità e il piacere di scrivere, visto che questo blog non è un lavoro ma un processo creativo di condivisione, e tale deve restare.

Continuate a buttare un occhio da queste parti, quando vi capita.

[In apertura una foto del panorama che si vede dalla cresta dell’Aguille di Midi, a Chamonix, prima di scendere con gli sci la Vallée Blanche. Come buon auspicio per una possibile futura categoria del blog..

Così alla fine un proposito l’ho fatto comunque.]

100 (and restyling)

Posted in Personal miscellaneous by Ronin on 16 Mag 2012

Dopo quasi 4 anni e 38mila visite mi sono finalmente deciso a fare un restyling del blog.

E da bravo ossessivo-compulsivo quale sono ho colto l’occasione del 100° post per fare il grande passo (lo so, in 3 anni e 8 mesi cento articoli sono un po’ scarsini).

E’ un bel po’ che pensavo a queste modifiche, ma per una ragione o per l’altra ho sempre rimandato. Ieri le ho fatte e ora provo a spiegarvi i principali cambiamenti, senza scadere nell'(immotivato) autocompiacimento.

(more…)

Àbitati

Posted in Personal miscellaneous by Ronin on 13 luglio 2010

“Àbitati”, con l’accento sulla prima A, come diceva Bergonzoni da quel gigantesco schermo in piazza Maggiore, tutta la gente con il naso all’insù a sentirsi raccontare la propria città dalle acrobatiche parole di quel poeta pazzo, prima di immegersi in quella Strada felliniana piena delle miserie più misere e dei sentimenti più nobili. “Guarda come stai dentro”, non solo dentro di te ma anche dentro alla città che ti ospita, e veniva davvero facile lì, con quelle migliaia di persone sedute nella piazza, arrivate spinte dalla cultura e andate via con un senso di appartenenza a lungo dimenticato, capace di unirci tutti nella Grande Maglia Vitale Urbana.

Questa città che ho vissuto per un anno, talmente viva da commuovere, piena di contraddizioni come le persone più belle e autentiche, fatta di portici ventosi, scivolosi e freddi d’inverno ma piacevolmente ombrosi d’estate, tags osceni affiancati a spiazzanti opere d’arte murale, tante bici e zero piste ciclabili, copisterie uniche categorie commerciali di primaria importanza, pendolari che ti ignorano, mendicanti che ti supplicano, clochard che ti schifano, baristi che ti sorridono, negozianti che ti tentano, anziani che ti aiutano.
E tutti quegli studenti, ovunque e inconfondibili, in stazione, nei pub, a fare la spesa. Giusto, i supermercati, dove qualunque studentello arriva per spendere il meno possibile e comprare le più sottomarche. Quelle liste della spesa che iniziano sempre con “birra”, e gli sfattoni che ti vedono prendere una cassa d’acqua, ti guardano e ti dicono “anch’io all’inizio la compravo, ma cambi idea in fretta..”

(more…)

Social network, blogging, forum: web 2.0 e relative scimmie..

Posted in Personal miscellaneous by Ronin on 23 ottobre 2008

Mmm, cos’è questo banner che salta fuori ovunque??

“Facebook”… L’ho già sentito, vediamo un attimo cos’è…


Ma che stronzata, proprio una roba da trentenni frustrati, che si assillano ad aggiungere friends per cercare una sveltina (magari con le proprie ex) o reincontrare compagni di classe di cui non gli può fregar di meno.


Vabbè dai, facciamo l’account, così almeno vedo i profili di ‘sto qua. Tanto non lo userò mai..

Mi chiede “scuola frequentata”.. Massì, scriviamolo, tanto che mi costa.

Ma vè chi c’è, chi l’avrebbe mai detto! Noo, anche lui ha facebook?? Pazzesco, c’è anche quella tipa che andava alle medie con me. Aspe’ che provo a vedere se c’è anche qualche universitario…

Però, mica male, ho già 60 amici il giorno dopo essermi iscritto. E continuo a trovare persone che conosco.


Beh dai, in fondo è carino, si trovano persone che si pensava di aver perso di vista per sempre, e quattro chiacchiere non dispiacciono mai. E’ come avere una mappa delle proprie relazioni, in cui poi gli amici degli amici sono collegati, in una rete potenzialmente ampissima.

E poi magari si gancia della figa, chissà.

And so on…

Il web 2.0 è un odi et amo.

(more…)