Thin(k) Freedom

Per un pugno di euro

Posted in Dategli brioches by Ronin on 24 aprile 2014

Renzi e Padoan

Pare che gli 80€ in busta paga si vedranno davvero a maggio. La notizia è certamente positiva e dimostra se non altro la determinazione di Renzi a non finire nel vortice delle promesse non mantenute, terreno scivoloso per qualunque politico. Vero però è che le promesse andrebbero meditate meglio, pena il rischio di trasformarsi in boomerang. A valle dell’annuncio frettoloso a inizio marzo, ci è voluto poco a capire che il tema era complesso e che si era buttato il cuore oltre l’ostacolo senza analizzare bene coperture e platea dei beneficiari.

Un mese dopo il decreto è nero su bianco (anticipato dal Sole, a giorni sarà pubblicato in Gazzetta) e gli esperti possono permettersi analisi più puntuali. La migliore che ho letto è quella della mai abbastanza lodata (per l’eccelso lavoro di informazione economica) LaVoce.info. Il professor Zanardi (che ho potuto apprezzare come presidente del mio corso di laurea all’Università di Bologna) spiega, in modo forse un po’ tecnico ma comprensibile ai più, i dettagli della misura, evidenziandone pregi e difetti.

(more…)

Piccole verità su tasse e spesa pubblica

Posted in Dategli brioches by Ronin on 30 Mag 2012

Pur nelle sue luci e ombre, la tanto bistrattata Lady di Ferro aveva delle idee molto chiare sulla società e sul ruolo dello Stato. Era certamente figlia di una mentalità molto lontana dalla nostra cultura mediterranea, ma alcune sue parole possono insegnarci ancora qualcosa:

“One of the great debates of our time is about how much of your money should be spent by the State, and how much you should keep to spend on your family. Let us never forget this fundamental truth: the State has no source of money other than the money people earn themselves. If the State wishes to spend more it can do so only by bothering your savings or by taxing you more. And it’s no good thinking that someone else will pay, that’s someone else is you. There is no such thing as public money, there is only tax-payers’ money.

(more…)

La parola “fine” sulla patrimoniale

Posted in Dategli brioches by Ronin on 17 Mag 2012

Su Noise from Amerika (sito da tenere sempre d’occhio), Sandro Brusco fa un’analisi molto dettagliata sulla questione della patrimoniale, proposta sia da Bersani che dalla corrente Prossima Italia del PD come strumento per far gravare l’aggiustamento dei conti sulle spalle di chi può permetterselo con meno dolori.

Della patrimoniale ho già parlato, cercando di spiegare perché l’IMU è a tutti gli effetti una patrimoniale, in quanto colpisce il patrimonio immobiliare. Ma ovviamente tutti pensano che “i ricchi siano altri”, e quindi si chiede una patrimoniale “vera” che colpisca i super-ricchi.

(more…)

Crisi: my two cents

Posted in Dategli brioches by Ronin on 13 agosto 2011

Sto scrivendo la tesi e non dovrei perdere tempo, ma è più forte di me. Per uno che studia economia quest’estate è una figata pazzesca, piena di eventi interessanti e colpi di scena.

Lo ammetto, ogni giorno perdo ore a leggere approfondimenti sull’andamento dei mercati e sulle misure messe a punto dal governo. Non posso farci niente. “Viviamo in tempi interessanti”, perlomeno per gli economisti dilettanti come il sottoscritto.

Quindi non posso partire per i boschi di Lagdei senza aver reso partecipe il mondo delle mie elucubrazioni riguardo ai fatti dell’ultimo mese e mezzo.

Se state roteando gli occhi per la prospettiva di un post pacco e strapacco, sappiate che avete ragione. Smettete di leggere e andate a cazzeggiare su facebook, perchè sarò pesante e pieno di cazzate economico-finanziarie.

(more…)

Dalla deregulation alla crisi: la “finanziarizzazione” dell’economia – Parte 2

Posted in Dategli brioches by Ronin on 20 settembre 2010

3. Gli strumenti e le tecniche della nuova finanza

Prima di terminare il resoconto storico, che inevitabilmente sarà concentrato sulla crisi finanziaria esplosa nel 2007, mi sembra utile fornire un’infarinatura tecnica dei più importanti strumenti finanziari moderni. Sarebbe difatti molto difficile e incompleto parlare dei problemi attuali della finanza senza dare un’idea di quali siano i suoi metodi più innovativi e problematici.

(more…)

Dalla deregulation alla crisi: la “finanziarizzazione” dell’economia – Parte 1

Posted in Dategli brioches by Ronin on 20 settembre 2010

1. Introduzione: il fenomeno della deregulation

A partire dai primi anni ’80, e per quasi trent’anni i sistemi finanziari dei paesi occidentali hanno subìto un costante processo di innovazione. Il modello bancario tradizionale, le cui attività principali sono costituite sostanzialmente dai depositi dei clienti e dalla concessione di crediti, è ormai messo in ombra dai molteplici mutamenti della finanza moderna.

La panoramica è decisamente variegata: mezzi informatici estremamente potenti e veloci, mobilità internazionale dei capitali, strumenti finanziari diversificati e sempre più personalizzati, esposizione crescente al rischio, trading orientato a guadagni di brevissimo termine, uso intenso della leva finanziaria e, infine, una regolamentazione sempre meno incisiva sulle attività finanziarie. Quest’ultimo punto è forse il più adatto per partire nella nostra analisi, in quanto ha creato un substrato adeguato allo sviluppo di tutto quello accennato poco sopra.

(more…)